Sistema elettorale Storting

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
SISTEMI ELETTORALI - EUROPA

Dati geopolitici

Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 323.787 Km²
Popolazione 4.980.000 ab. (censimento 2011)
5.237.000 ab. (2016)
Densità 16 ab/Km²
Dipendenze Svalbard (61.022 Km², 2.670 ab.)
Jan Mayen (377 Km², 0 ab.)
Bouvet Island (49 Km², 0 ab.).

La Norvegia ha inoltre sovranità sulla Terra della Regina Maud (2.700.000 Km²) e sull'isola di Pietro I (156 Km²) in Antartide, soggette al Trattato Antartico; Svalbard e Jan Mayen sono territori insulari non incorporati.

Capitale Oslo (663.000 ab., 990.000 aggl. urbano)
Moneta Corona norvegese
Indice di sviluppo umano 0,944 (1° posto)
Lingua Norvegese (Bokmål e Nynorsk)
Speranza di vita M 80 anni, F 84 anni

 

La Norvegia è una Monarchia parlamentare che non fa parte dell’Unione Europea. Ha un Parlamento monocamerale formato da 169 membri (Storting) eletto per la durata di 4 anni con un sistema proporzionale. Da notare che il sistema parlamentare norvegese ha la particolarità di non prevedere la possibilità di scioglimento anticipato del Parlamento.
Il territorio norvegese è suddiviso in diciannove circoscrizioni plurinominali corrispondenti alle contee (ogni contea assegna dai 4 ai 19 seggi) alle quali sono assegnati i seggi in base alla popolazione e alla loro dimensione geografica. La ripartizione dei seggi avviene a due livelli, un livello di circoscrizione plurinominale e livello nazionale. I primi 150 seggi del Parlamento sono assegnati in diciannove circoscrizioni plurinominali col metodo S. Laguë modificato (dividendo i voti ottenuti dai partiti per i divisori 1,4, 3, 5 etc.), mentre i 19 restanti (1 per ogni contea) sono distribuiti come mandati compensativi (come correzione della disproporzionalità nel confronto tra %voti e % seggi) sempre con il metodo S. Laguë modificato a quei partiti che riescono ad  ottenere il 4% dei voti validi a livello nazionale.

Dal numero di seggi complessivo di cui ha diritto ciascun partito, è sottratto il numero di seggi già ottenuti nelle diciannove circoscrizioni. La cifra risultante è il numero di seggi compensativi spettanti a ciascun partito. Se un partito prende più seggi rispetto a quelli di cui avrebbe diritto, può mantenere i seggi in più.

I mandati compensativi (8) furono introdotti nel 1989 e nel 2003 il loro numero è aumentato a 19.

Sia l’elettorato attivo sia quello passivo sono fissati a 18 anni.

 

Tab. 1: Caratteristiche del sistema elettorale (Storting)

Anni e numero di elezioni

Formula elettorale

Grandezza media della circoscrizione

Numero delle circoscrizioni

Soglia legale

N° seggi

Struttura della votazione

1921-1949 (8 elezioni)

D’Hondt

7,1

 

 

150

Voto di preferenza (ammesso l’apparentamento delle liste. Dal 1930 ammesse le alleanze elettorali fra partiti e abolito l’apparentamento)[1]

1953-1985 (9 elezioni)

S. Laguë mod.

7,71

19,55

-

150,77

Voto di preferenza (abolite le alleanze elettorali fra partiti mentre è ammesso l’apparentamento)

1989-2001 (4 elezioni)

S. Laguë mod.

8,26

19

1° livello seggi assegnati nelle circoscrizioni; i rimanenti 8 seggi assegnati a livello nazionale in base alle medie più alte solo alle liste che raggiungono il 4% naz.

165

Voto di preferenza

S. Laguë mod.

165

1

 

 

2005-2017 (4 elezioni)

S. Laguë mod.

8,26

19

1° livello seggi assegnati nelle circoscrizioni; i rimanenti 19 seggi assegnati a livello nazionale in base alle medie più alte solo alle liste che raggiungono il 4% naz.

169

Voto di preferenza

S. Laguë mod.

169

1

 

 










 

Fonti:

http://www.sv.uio.no/econ/english/people/aca/aanundh/upubliserte-artikler-og-notater/Norwegian%20elections%202010%5B1%5D.pdf, http://www.popularsocialscience.com/2013/09/06/a-guide-to-the-norwegian-election-on-september-9/, https://www.psa.ac.uk/sites/default/files/ROMMETVEDT%20-%20The%20Norwegian%20Storting_1.pdf , www.globalgeografia.com

 

 

 


[1] http://www.electiondataarchive.org/clea_codebook_20101215_appendixI.pdf

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 20 Settembre 2017 13:58)