Get Adobe Flash player

Referendum costituzionale in Kirghizistan 2021

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
REFERENDUM

Referendum in Kirghizistan 2021 per la scelta di una nuova forma di governo

Il 10 gennaio 2021 in concomitanza con le elezioni presidenziali si è svolto il referendum per la scelta della nuova forma di governo.

Il referendum arriva dopo le proteste del 2020 in Kirghizistan che hanno visto l'annullamento delle elezioni parlamentari dell'ottobre 2020 e le dimissioni del presidente Sooronbay Jeenbekov. Sadyr Japarov è il presidente ad interim.

Alla fine del 2020 ha proposto una serie di riforme costituzionali volte a rafforzare i poteri del presidente spostando il paese da un regime parlamentare a un regime presidenziale con l'abolizione della carica di Primo Ministro, oltre ad eliminare la limitazione di un singolo mandato presidenziale. Il 14 novembre si è dimesso per correre per le elezioni presidenziali di gennaio, organizzate contemporaneamente al referendum. L'emendamento proposto provoca manifestazioni nel paese. Lo scopo del referendum è infine ridotto alla natura del sistema politico, presidenziale o parlamentare, mentre Japarov promette di organizzare un altro sui suoi progetti di cambiamento se dovesse vincere la presidenza.

Secondo i risultati ufficiali delle autorità elettorali del paese, hanno votato al referendum 1.394.021 cittadini kirghisi (pari al 39,12%, quindi superiore alla maggioranza richiesta del 30%) su un totale di 3.563.574 aventi diritto al voto.

Il passaggio a un sistema presidenziale è stata l'opzione preferita dell'84,1% degli elettori, mentre l'11,3% ha scelto di mantenere l'attuale sistema parlamentare e il 4,6% degli elettori ha votato contro entrambe le opzioni.

Risultati del referendum del 10 gennaio

Voto sulla forma di governo

Voti

%

presidenziale

1.133.485

84,11

parlamentare

151.931

11,27

Contro entrambi

62.145

4,61

Voti validi

1.347.561

96,65

Voti non validi/vuoti

46.657

3,35

Totale voti

1.394.218

100

Elettori iscritti/affluenza alle urne

3.563.574

39,12

Sono iniziati i lavori per la stesura di una nuova costituzione, che è stata discussa nel Consiglio supremo nel febbraio 2021. Il progetto di nuova costituzione stabilisce che lo stesso presidente kirghiso può guidare il paese per 5 anni rinnovabili per un solo mandato. Secondo l'attuale costituzione kirghisa, il capo di Stato viene eletto per un mandato di sei anni, ma non può essere eletto due volte.

Il progetto di costituzione stabilisce che il presidente determina la struttura e la composizione del governo, le attività del governo guidato dal primo ministro sono fornite dall'ufficio esecutivo presidenziale. Il primo ministro, a sua volta, dirige l'ufficio esecutivo presidenziale.

Il progetto propone inoltre la riduzione del numero dei seggi nel Consiglio supremo da 120 a 90 e istituisce una corte costituzionale.

Nel marzo 2021 i membri del Consiglio Supremo hanno approvato un disegno di legge, programmando un referendum sulla nuova costituzione per l'11 aprile, lo stesso giorno delle elezioni locali

Risultati del referendum dell’11 aprile

Voto sulla nuova Costituzione

Voti

%

1.026.917

79,31

No

176.701

13,65

Voti validi

1.203.618

93,05

Voti non validi o vuoti

89.830

6,95

Totale voti

1.293.448

100,00

Elettori iscritti/affluenza alle urne

3.563.574

36,3