Sistema elettorale Serbia

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
SISTEMI ELETTORALI - EUROPA

SISTEMA ELETTORALE SERBIA

Forma di governo Repubblica semipresidenziale
Superficie 77.570 Km²
Popolazione 7.187.000 ab. (censimento 2011)
7.060.000 ab. (stime 2016)
Densità 91 ab/Km²

Capitale Belgrado (1.165.000 ab.)
Moneta Dinaro serbo
Indice di sviluppo umano 0,771 (66° posto)
Lingua Serbo (ufficiale), Ungherese
Speranza di vita M 73 anni, F 78 anni

La Serbia è una Repubblica semipresidenziale ed è praticamente quello che rimane della ex-Jugoslavia, dato che dopo il Montenegro (2006) anche il Kosovo ad inizio 2008 ha proclamato la sua indipendenza (non ratificata dalla Serbia).

Il Presidente della Repubblica viene eletto direttamente dal popolo per 5 anni con il majority system e vince il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi. Se nessun candidato riesce ad ottenere la maggioranza richiesta, si procede ad un secondo turno di ballottaggio tra i primi due. Possibile il rinnovo per un solo mandato.

Il Parlamento monocamerale (Assemblea Nazionale) è formato da 250 deputati eletti per 4 anni con un sistema proporzionale di lista, con assegnazione dei seggi effettuata con il metodo D’Hondt, in circoscrizione unica nazionale. Partecipano alla distribuzione dei seggi le liste che superano la soglia di sbarramento del 5% dei voti validi.

I partiti principali sono il Partito Progressista Serbo (conservatore moderato), il Partito Socialista serbo (nazionalisti di sinistra) e il Partito Radicale Serbo (extrema destra, ipernazionalista).

Fonti: Wikipedia, global geografia.com

Ultimo aggiornamento (Lunedì 16 Ottobre 2017 09:47)