Get Adobe Flash player

Sistema elettorale Mongolia

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
SISTEMI ELETTORALI - ASIA

SISTEMA ELETTORALE MONGOLIA

Forma di governo Repubblica semiparlamentare
Superficie 1.564.116 Km²
Popolazione 2.755.000 ab. (censimento 2010)
3.238.000 ab. (stime 2019)
Densità 2,1 ab/Km²

Capitale Ulan-Bator (1.510.000 ab.)
Moneta Tughrik mongolo
Indice di sviluppo umano 0,735 (92° posto)
Lingua Mongolo (ufficiale), Kazako
Speranza di vita M 66 anni, F 74 anni

 

La Mongolia è una Repubblica semipresidenziale. Il Presidente della Repubblica viene eletto con il majority system, quindi si aggiudica la carica chi vince con il 50%+1 dei voti validi. In mancanza di tale condizione si svolge un secondo turno di ballottaggio tra i primi due. Da tener presente che la legge elettorale prevede valide anche le schede elettorali lasciate in bianco, per cui vi è il rischio che al secondo turno non si ottenga il quorum del 50%+1 necessario e in tal caso dovrebbero essere proclamate nuove elezioni. Dura in carica 4 anni rinnovabili per un solo mandato. L’elettorato attivo è fissato a 18 anni quello passivo a 45.

Il Parlamento (Grande Assemblea Statale) è monocamerale ed è formato da 76 membri eletti con il plurality system in collegi plurinominali. In 18 collegi trinominali l’elettore deve esprimere 3 voti; in 11 collegi binominali l’elettore deve esprimerne 2. Qualora l’elettore esprima un numero di voti superiore o inferiore al numero di seggi assegnati alla circoscrizione, il voto è nullo. Tuttavia, il voto in bianco è considerato valido. In una circoscrizione, affinché il voto sia valido deve partecipare almeno il 50% del corpo elettorale. Dal 2011, almeno il 20% dei candidati di ogni lista deve essere di genere femminile. L’elettorato attivo è fissato a 18 anni quello passivo a 25. Uno degli aspetti di maggiore criticità della riforma elettorale è nella sperequazione dell’assegnazione dei seggi nelle varie circoscrizioni: in particolare nella Provincia di Ulan Bator che comprende circa il 50% degli aventi diritto al voto, sono stati assegnati meno di 1/3 dei seggi.

I principali partiti sono: il Partito Popolare della Mongolia (di orientamento socialdemocratico) che è il più antico partito (fondato nel 1920); il Partito Democratico (di orientamento liberale, di centro-destra) e il Partito Rivoluzionario Popolare della Mongolia (di centro-sinistra) che si è scisso nel 2010 dal Partito Popolare della Mongolia.

CARATTERISTICHE SISTEMA ELETTORALE Parlamento monocamerale

Anni e numero di elezioni

Formula elettorale

Grandezza media della circoscrizione

Numero delle circoscrizioni

Totale seggi

Struttura della votazione

1990

Majority (runoff)

1

430

430

 

1992

Plurality in circoscrizioni plurinominali

3

24

76

L’elettore ha la facoltà di votare per 3 candidati anche appartenenti a diversi partiti (lista aperta)

1996-2004 (3)

FPTP

1

76

76

 

2008

Plurality-at-large system

 

20 eletti nella circoscrizione di Ulanbator, gli altri 56 nelle rimanenti Province

76

L'elettore può esprimere fino a tre voti di preferenza anche per un medesimo candidato.

2012

 

FPTP

1

48

76

 

Hare

28

1

 

2016

FPTP

1

76

76

 

2020

Plurality in circoscrizioni plurinominali

2,62

29

76

L’elettore ha la facoltà di votare per 2 o 3 candidati (in base ai seggi assegnati alla circoscrizione) anche appartenenti a diversi partiti (lista aperta)

 

Fonti: Interparliamentary Union; http://en.wikipedia.org/wiki/Elections_in_Mongolia; http://www.osce.org/odihr/elections/mongolia/271821?download=true, https://www.osce.org/files/f/documents/9/3/450535.pdf, www.globalgeografia.com

 

Ultimo aggiornamento (Martedì 28 Luglio 2020 17:27)