Get Adobe Flash player

Sistema elettorale Ecuador

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
SISTEMI ELETTORALI - AMERICA DEL SUD

SISTEMA ELETTORALE ECUADOR




Forma di governo Repubblica presidenziale
Superficie 283.560 Km²
Popolazione 14.483.000 ab. (censimento 2010) 16.529.000 ab. (stime 2016)
Densità 58 ab/Km²

Capitale Quito (1.610.000 ab., 2.365.000 aggl. urbano)
Moneta Dollaro USA
Indice di sviluppo umano 0,732 (88° posto)
Lingua Spagnolo (ufficiale), idiomi indios (Quechua e Jivaro)
Speranza di vita M 73 anni, F 79 anni

L’Ecuador è una Repubblica presidenziale dove il Presidente della Repubblica, che è capo dello Stato e del governo, viene eletto direttamente con un sistema elettorale maggioritario  con eventuale doppio turno. Si aggiudica la presidenza al primo turno chi ottiene almeno il 40% dei voti purché il secondo arrivato sia distanziato di almeno 10 punti percentuali. In mancanza di tale condizione si svolge un secondo turno di ballottaggio trai primi due candidati.

Il potere legislativo è esercitato da un Parlamento monocamerale, l’Assemblea Nazionale, formato da 137 deputati eletti per 4 anni con un sistema misto. L’elettore dispone di una scheda con 15 candidati per ogni lista ed ha la facoltà di votare tutti i 15 candidati (o per un numero inferiore) di una stessa lista oppure di liste diverse (panachage)[1]. Dei 137 deputati, 15 sono assegnati a livello nazionale, 116 vengono eletti a livello provinciale i cui territori sono suddivisi in circoscrizioni che assegnano da 2 a 5 seggi;  6 sono eletti in rappresentanza dei cittadini ecuadoregni residenti all’estero.

Il voto è obbligatorio per i cittadini che hanno compiuto 18 anni fino a 65 anni. È facoltativo dai 16 a 18 anni ed oltre i 65 anni.

 


[1] http://www.eleccionesenecuador.com/informacion-como-votar-asambleistas-nacionales-provinciales-parlamentarios-andinos-78.html