Get Adobe Flash player

Sistema elettorale Folketing

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
SISTEMI ELETTORALI - EUROPA

Dati geopolitici

Forma di governo Monarchia parlamentare
Superficie 43.060 Km²
Popolazione 5.724.000 ab. (2016)
Densità 133 ab/Km²
Dipendenze Fær Øer (1.396 Km², 49.700 ab.)
Groenlandia (2.166.086 Km², 56.200 ab.)

 

Capitale Copenaghen (591.000 ab., 1.280.000 aggl urbano)
Moneta Corona danese
Indice di sviluppo umano 0,923 (4° posto)
Lingua Danese
Speranza di vita M 79 anni, F 83 anni

 

 

La Danimarca è una Monarchia parlamentare (che comprende le Isole Far Oer e la Groenlandia) che ha un Parlamento monocamerale (Folketing)  eletto per la durata di 4 anni con un sistema proporzionale[1]. Il Folketing è composto da 175 membri, più 4 membri provenienti da Isole Faroe e la Groenlandia. In base alla Costituzione danese il sistema elettorale deve assicurare parità di rappresentanza di opinioni diverse.

Il territorio danese è suddiviso in tre circoscrizioni elettorali corrispondenti alle Province (Copenaghen, Sealand-sud della Danimarca e Jutland settentrionale e centrale) e dieci circoscrizioni plurinominali che si suddividono in 92 distretti. La ripartizione dei seggi avviene a due livelli, un livello di circoscrizione plurinominale e livello nazionale. I primi 135 seggi del Parlamento sono assegnati in dieci circoscrizioni plurinominali col metodo D’Hondt, mentre i 40 restanti sono distribuiti come mandati compensativi con il metodo Hare (quoziente naturale e più alti resti) a quei partiti che riescono ad ottemperare ad almeno una delle seguenti condizioni:

1)       Aver vinto almeno 1 seggio in una delle dieci circoscrizioni;

2)       ottenere in due delle tre circoscrizioni elettorali almeno il numero di voti corrispondente alla media dei voti validi regionali necessari per ottenere 1 seggio;

3)       ottenere il 2% dei voti validi a livello nazionale.

Una volta stabilito quali partiti hanno diritto a una quota dei seggi di compensazione, il numero di seggi cui ogni partito ha proporzionalmente diritto (sul totale di 175 seggi) è calcolato sulla base del numero totale dei voti espressi per questi partiti in tutte le parti del paese. Dal numero di seggi di cui ha diritto ciascun partito, è sottratto il numero di seggi già ottenuti nelle dieci circoscrizioni. La cifra risultante è il numero di seggi compensativi spettanti a ciascun partito.

Dopodiché vengono assegnati i seggi compensativi a ciascun partito nelle 3 Province elettorali con il metodo S. Laguë (dividendo i voti ottenuti dai partiti per i divisori 1,3,5 etc.). Poi vengono assegnati nelle dieci circoscrizioni all’interno delle Province. I voti ottenuti dai partiti nelle circoscrizioni all’interno delle Province sono divisi per 1, 4, 7, 10 (metodo Danese). Infine vengono assegnati i seggi a ciascun partito in base ai voti di preferenza ottenuti dai candidati.

In realtà, queste sono le soglie di una formula elettorale altamente proporzionale per partecipare alla ripartizione dei seggi di compensazione.

Sia l’elettorato attivo sia quello passivo sono fissati a 18 anni.

Tab. 1: allocazione dei seggi compensatori alle elezioni del 2007[2]

Partiti

Totale voti

Allocazione dei 175 seggi in base ai voti ottenuti a livello nazionale

Seggi conquistati a livello circoscrizionale

Seggi compensatori

Social Democratic Party

881.037

44,996

41

4

Social Liberal Party

177.161

9,042

3

6

Conservative Party

359.404

18,343

11

7

Socialist People’s Party

450.975

23,017

19

4

Danish People’s Party

479.532

24,474

20

5

Liberals

908.472

46,366

40

6

New Alliance

97.295

4,966

0

5

Unity List

74.982

3,827

1

3

Totale

3.428.858

175

135

40

Quoziente= 3.428.858:175=19.594

Tab. 2: caratteristiche del sistema elettorale (folketing)  dal 1920 ad oggi

Anni e numero di elezioni

Formula elettorale

Grandezza media della circoscrizione

Numero delle circoscrizioni

Soglia legale

Struttura della votazione

Dal 1920 al 4/53 (14 elezioni)

D’Hondt 1° L

 

5,45 per i 120 seggi assegnati al 1° livello;

 

22

1 seggio circoscrizionale

Voto di preferenza

Quoziente naturale e resti più alti 2° L

147,46 per i 29 seggi assegnati ad un 2° livello (mandati compensativi)

1

Dal 9/1953 al 1960 (3 elezioni)

S. Laguë modificato 1° L

5,87 per i 135 seggi assegnati al 1° livello;

 

23

1 seggio circoscrizionale o 2% a livello nazionale

Voto di preferenza

Quoziente naturale e resti più alti 2° L

175 per i 40 seggi assegnati ad un 2° livello (mandati compensativi)

1

Dal 9/1964 ad oggi (20 elezioni)

S. Laguë modificato 1° L

7,94 per i 135 seggi assegnati al 1° livello;

 

17

1 seggio circoscrizionale o 2% a livello nazionale

Voto di preferenza

Quoziente naturale e resti più alti 2° L

175 per i 40 seggi assegnati ad un 2° livello (mandati compensativi)

1

 

Fonti: http://www.thedanishparliament.dk/Democracy/~/media/PDF/publikationer/English/The%20Parliamentary%20System%20of%20Denmark_2011.ashx; Interparliamentary Union e www.globalgeografia.com

 

 


[1] La Danimarca, è la Monarchia più antica d’Europa dato che esiste fin dal 985 d. C.

[2] I dati della tabella sono stati ricavati da: http://www.thedanishparliament.dk/Democracy/~/media/PDF/publikationer/English/The%20Parliamentary%20System%20of%20Denmark_2011.ashx

Ultimo aggiornamento (Martedì 19 Settembre 2017 17:11)