Get Adobe Flash player

Elezioni legislative Danimarca 2015

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
ARCHIVIO POLITICA

Le elezioni politiche del 18 giugno per il rinnovo del Parlamento danese si sono concluse con la vittoria della “Blue” Coalition (centrodestra) composta dal Partito Liberale (Venstre), Alleanza Liberale, Partito Popolare Danese, Partito Popolare Conservatore e Cristiano Democratici che ha ottenuto 1.839.143 voti e 90 seggi. La “Red” Coalition (centrosinistra), guidata dal Primo Ministro uscente Helle Thorning-Schmidt (prima donna Primo Ministro nella storia della Danimarca), formata da Partito Socialdemocratico, Alleanza Rosso-Verde, l’Alternativa, Partito Liberale Sociale Danese e Partito Popolare Socialista, ha ottenuto 1.676.778 voti e 85 seggi. La Thorning-Schmidt si è dimessa da leader del Partito Socialdemocratico nonostante quest’ultimo sia diventato il primo partito del paese guadagnando in voti e seggi rispetto al 2011 (+45.325 voti e +3 seggi rispetto al 2011), ma ha dovuto subire la perdita dei partiti alleati.

La “Blue” coalition è guidata da Lars Lokke Rasmussen  leader del Partito Liberale (che ha perso ben 262.537 voti e 13 seggi rispetto al 2011), mentre il primo partito della coalizione (ed il secondo in assoluto) è diventato il Partito Popolare Danese (che ha guadagnato 305.020 voti e 15 seggi rispetto al 2011) di stampo populista, antieuropeista e xenofobo che aveva chiesto un referendum per la permanenza della Danimarca nell’UE. Anche il Partito Socialdemocratico, in seguito alle proteste popolari, ha dovuto rivedere le politiche sull’immigrazione a causa degli attentati compiuti in febbraio a Copenaghen da un danese di origine palestinese, Omar al Hussein, che ha ucciso due persone, e in merito all’introduzione di quote obbligatorie per l’accoglienza dei migranti in corso all’Unione europea. La Danimarca, come il Regno Unito, si è appellata alla clausola di esclusione che la tiene fuori da qualsiasi obbligo di ricollocamento dei migranti.

Il 28 giugno si è formato un nuovo governo di minoranza guidato da Rasmussen che comprende solo ministri del Partito Liberale (Venstre).

 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 16 Ottobre 2019 11:14)